google-site-verification=9sYyD51IjwAf-A3tc2hcHYRE1Tsur9BBusLdnhLrnBw Tom Clancy's The Division | videogamando

TOM CLANcy's The division

Dalla versione vanilla (che ho recensito) a ciò che c'è oggi nel gioco è passato parecchio tempo e l' esperienza complessiva è sicuramente migliorata, principalmente grazie al dlc "survival", un "battle royale" molto più atmosferico di giochi come UPBG, ma anche a nuovi dungeon e raid... purtroppo ormai gran parte della popolazione iniziale è migrata verso altri giochi. 

Al momento ci sono circa 4k giocatori online che non è affatto male, ma sicuramente il matchmaking per dungeon e altre attività di gruppo non sarà veloce come all' inizio... lo trovo ancora un ottimo fps "tattico" single player con elementi multiplayer.
 

Ok, livello 30, un po' di pvp fatto, fatte un paio di missioni "challenging" (in cui mi sono sentito quasi inutile a causa del mio equipaggiamento), quasi 50 ore alle spalle... sono pronto per recensirlo... credo...
 

RECENSIONE CORTA

Elogiarlo per l' endgame, il pvp ed il divertimento del giocare in gruppo (anche con gente random), ritenerlo mediocre per il gameplay generale, divertente ma a lungo andare ripetitivo, o sconsigliarlo per il servizio altalenante della ubisoft? Scelgo la prima opzione, perchè nonostante i server della ubisoft nelle prime due settimane abbiano dato parecchi problemi a tutti ora si sono relativamente sistemati ed il gioco è divertente, graficamente bello e contiene diverse piccole gemme anche in early/mid game (graffiti particolari, quest più belle delle altre, dati riguardanti l' epidemia, locazioni interessanti). Se un tps (abbastanza tattico visto il sistema di copertura, le varie classi ed il gameplay generale delle missioni in gruppo) ambientato in una new york allo sbando a causa di un' epidemia creata artificialmente vi suona bene compratelo, perchè nonostante non sia una perla del mondo videoludico non è nemmeno un brutto gioco, sono a 50 ore circa e non mi sono certo stancato...

"Ola Strandh - We are the Division"

"dalla colonna sonora"

"Una cutscene del gioco"

RECENSIONE LUNGA

Storia

Parto da uno dei punti deboli del gioco... perchè? Perchè sì.
Purtroppo questo gioco non eccelle nel reparto storytelling, la storia è troppo spezzettata fra le quest e, nonostante i vari dati (foto, telefonate, "echo" cioè delle situazioni ricreate da ologrammi, video delle varie fazioni etc...) che sono spesso interessanti da ascoltare/leggere e cercano di spiegare le varie motivazioni e problemi di tutti coloro convolti nell' epidemia (nonostante ci siano fazioni nemiche e che agiscono in un modo che normalmente definirei sbagliato, da questi dati si capisce che nessuno è cattivo, semplicemente ogni persona agisce nel modo che crede più giusto e cerca di sopravvivere in questa situazione), resta sempre in secondo piano, un po' anche perchè la maggior parte dei personaggi principali agiscono come dei robot a cui è stata data la caricatura di una personalità... odiosi.
Per quanto riguarda la linea principale della storia potete immaginarla, uno scienziato ha deciso di eliminare l' umanità perchè "selezione naturale ftw" blablabla i buoni vincono sempre... credo...

"una zona di New York"

Gameplay generale

The Division si presenta come un mmotps con elementi rpg.
Ogni conflitto a fuoco, che sia durante una missione o per strada durante una sezione di free roaming, viene combattuto da dietro vari ripari, perchè rimanere esposti al fuoco nemico vuol dire, il più delle volte, morte. L' IA dei nemici non è il massimo, soprattutto quella dei boss che spesso camminano verso di voi e si prendono tutte le pallottole possibili, ma un gruppo di nemici potrebbe mettervi in difficoltà aggirandovi e colpendovi ai fianchi, non siamo di fronte a dei geni tattici ma nemmeno a completi idioti.
oltre alle varie missioni-dungeon ci sono diverse missioni secondarie sulla mappa che aiutano ad ampliare i settori medico/tattico/militare della propria base ed a capire cosa stia succedendo a new york al momento, purtroppo questo è il vero punto debole del gioco, perchè se i dungeon sono veramente divertenti ed impegnativi, le missioni secondarie sono, a parte rari casi, di 4-5 tipi e si ripetono per innumerevoli volte su tutta la mappa, il che a lungo andare diventa veramente noioso visto che queste missioni "secondarie" non sono per niente secondarie, le dovrete svolgere se volete arrivare a livello 30 senza dover uccidere miliardi di nemici.
Se poi siete dei giocatori a cui piace esplorare per il gusto della scoperta vi posso assicurare che, nonostante la mappa non sia poi così enorme, di piccoli particolari interessanti se ne possono trovare: bei graffiti messi in un punto particolare, messaggi lasciati dai sopravvissuti civili, discussioni divertenti/inquietanti fra membri delle gang, zone della mappa più belle ed interessanti di altre... ci sono tante belle cose da trovare.

"Uno scontro con un boss"

"La scena finale di un dungeon"

Personalizzazione

Visivamente la personalizzazione del gioco lascia abbastanza a desiderare, l' editor appena entrati nel gioco da poche possibilità per rendere unico il proprio personaggio ed i vestiti conquistati dalle missioni e dai nemici sono tutti molto simili fra loro, tanto che quando sarete all' interno di una zona sicura (il punto in cui si riuniscono i vari giocatori per ottenere missioni e comprare/gestire l' equipaggiamento) vi sembrerà di vedere tanti cloni con qualche variazione di colore qui e là.
Però, se il lato visivo non è granchè, quello tattico e tecnico è sicuramente molto più curato e ben fatto. Ogni giocatore, mentre livella, potrà scegliere fra diverse abilità e talenti che lo aiuteranno in modi molto diversi fra loro, dall' utilizzare una capsula che può sia curare se stessi che gli alleati, all' utilizzare uno scudo che può assorbire i danni dei nemici, all' utilizzare una torretta fissa, torrette di cura, bombe ad inseguimento... tutte queste (ed altre, 9 abilità base + 3 abilità specializzate) abilità possono essere ulteriormente personalizzate sia con dei talenti che "abilità secondarie", entrambe ottenibili ottimizzando le ali medico/tattico/militare della propria base. Ogni giocatore può usare solo 2 abilità base ed 1 abilità specializzata, quindi la quantità di combinazioni, considerando talenti e abilità secondarie, è veramente grande.
Anche il lato più tattico delle armi e dell' equipaggiamento è sicuramente più complesso e ben curato della sua controparte visiva: le armi sono veramente tante (fucili da cecchino, shotgun, mitragliatrici e simili) ed hanno combinazioni di stat molto simili a quelle di Borderlands, la stessa arma potrebbe avere più dps ma meno capacità di critico, oppure la possibilità di dare fuoco ai nemici ma meno precisione etc...
Anche l' equipaggiamento veste un ruolo importante, soprattutto per la definizione del proprio ruolo in gruppo, visto che il giocatore ha 3 stat principali: Firearms (potenza di fuoco), Stamina (vita totale) ed Electronics (potenza delle abilità) e le stat dell' equipaggiamento agiscono direttamente su queste 3 stat principali e su certe abilità del giocatore.
tl;dr personalizzazione visiva - / personalizzazione tattica +++

"La schermata dell' equipaggiamento"

Colonna sonora e suoni

Forse uno dei punti più forti (almeno per me di questo gioco), colonna sonora con synth pesantissimi anni 80 e che da quella sensazione di smarrimento giusto per l' atmosfera generale del gioco... in una missione secondaria bisogna trovare una pianista scomparsa, nell' ultimo step la si trova mentre suona il piano lontano da tutti, sta suonando una bella canzone, malinconica ma non triste, ad un certo punto partono dal nulla (perchè la canzoni di sottofondo partono a random durante il gioco) i synth della soundtrack principale ed il piano in una tonalità ed i synth in un' altra tonalità sono così sbagliati e perfetti allo stesso tempo che sono rimasto ad ascoltarli una decina di minuti...
Anche i suoni generali sono ben fatti, durante il free roaming sentirete spari ed esplosioni distanti, le armi quando utilizzate emettono suoni che vi fanno sentire il "peso" dell' arma stessa.

"Il finale della quest della pianista"

Conclusione

Vorrei poter dire "questo è il più bel gioco di sempre" o "questo è il più brutto gioco di sempre"... ma non posso, perchè è un bel gioco che da il meglio di se in gruppo, ma che, dato in mano ad altri publishers, sarebbe potuto essere molto di più. Come già detto se un tps ambientato in una new york devastata da un' epidemia vi suona bene, compratelo (magari scontato) perchè, soprattutto a livello 30, troverete pane per i vostri denti... però non aspettatevi un goty.

So già che in molti saranno in disaccordo con me, ma oltre alla premessa che ho fatto sopra, anche in versione vanilla The Division è stata una bella esperienza, un po' noiosa durante il livellamento magari, ma l' endgame non era affatto male.

+++ L' atmosfera di una città infetta è resa 

         perfettamente

  ++ Il combattimento è veramente divertente

  ++ Le armi sono tante e varie

  ++ La colonna sonora

     + In gruppo da il meglio di sè


    +/- è strutturato come un mmorpg, tanto 

           grind per arrivare al livello massimo e

           poi altro grind per l' equipaggiamento

      

      -- Il livellamento è veramente noioso

       - Al tempo della recensione arrivati al livello massimo c' era poco da fare

       - Il pvp nella darkzone è sbilanciatissimo

VOTO FINALE
7/10

© 2023 by Glorify. Proudly created with Wix.com

Hrhbuff.png